Consulta la normativa

Normativa

A partire dal 2016 (L. 208/2015, commi dal 182 al 190)
alcune importanti novità: aumenta il numero di servizi che
possono essere contrattualizzati con i sindacati e
detassati. Ampliate le tipologie di servizi per la famiglia,

dall’infanzia, alla terza età e la non autosufficienza (art. 51

TUIR comma 2 lett. f-bis ed f-ter).


Dal 2017 i premi di risultato convertiti in Welfare Aziendale,

su scelta del dipendente, potranno essere completamente

detassati fino all’importo massimo di 3.000 euro.

Le opere e servizi riconosciuti dal datore di lavoro ai

dipendenti per le finalità di cui all’art. 100 del TUIR, come

istruzione, ricreazione, assistenza sociale o sanitaria,

sono interamente deducibili dal reddito d’impresa se

previsti contrattualmente. Con l’introduzione del nuovo

comma 3-bis all’art. 51 del TUIR, è inoltre consentito

erogare ai dipendenti prestazioni di welfare mediante

voucher nominali sia cartacei che digitali.



Con la Legge di bilancio 2018 anche il Trasponto Pubblico Locale entra a far parte del welfare. Abbonamenti per il trasporto locale, ragionale, interregionale possono essere interamente rimborsati per il dipendente e dei familiari a carico. art. 51 comma 2 lettera d-bis del Testo Unico

Questo sito web utilizza dei cookies tecnici e cookies di terze parti, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti. Per saperne di più e per la gestione di tali cookies, clicca qui. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un'immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Per nascondere questo messaggio clicca qui.